ZERO DEFECTS IN MANUFACTURING

NECESSITÀ
Il bisogno di trovare soluzioni efficaci per costruire o modificare i Processi aziendali in modo da essere sempre in grado di produrre gli standard di Qualità attesi dal Cliente al minimo costo per la Produzione.

OBIETTIVI PRINCIPALI
Gli obiettivi specifici di un Programma per il Controllo degli Standard di Qualità nei processi industriali sono:
• L’applicazione di metodologie e strumenti per eliminare tutte le cause radice dei difetti (Zero Difetti);
• La riduzione degli sprechi dovuti a scarti e rilavorazioni;
• La realizzazione di processi più robusti attraverso l’implementazione di sistemi “a prova di errore” (Poka Yoke)..

PROGRAMMA
Il Programma per Zero Difetti si articola in un periodo di  circa 6 mesi. Il Programma per Zero Difetti è strutturato in 3 fasi:
1. CURRENT CONDITIONS.
In questa prima fase si ripristinano le condizioni di base dei processi responsabili della produzione di difetti. In questa fase si individuano i fattori chiave (cronici) che non sono eliminabili ripristinando le condizioni di base,

2. CONDITIONS CONTROL.
In questa fase si applicano strumenti avanzati di problem solving per attaccare i fattori cronici presenti nei processi. La finalità di questa fase è sia di ridurre la difettosità, sia di riportare gli standard di Qualità dei Processi sotto controllo,

3. CONDITIONS IMPROVEMENT.
In questa fase si applicano strumenti avanzati di tipo statistico (Advanced Statistics) con la finalità di eliminare in modo definitivo tutte i fattori cronici e trovare l’ottimizzazione dei parametri di controllo dei processi in modo garantire Zero Difetti.      

RISULTATI ATTESI
Zero Difetti, Eliminazione di Scarti e Rilavorazioni, Eliminazione di Errori nei Processi.

REQUISITI DI BASE
Initial State. E’ necessario avere una consistente raccolta dati sui difetti prodotti dai processi ed una buona stratificazione di questi dati in modo da individuare i processi più critici.
Competenze. Le persone coinvolte nel Programma per Zero Difetti inizialmente devono avere le competenze di base per il Problem Solving (Ciclo PDCA) ed essere formate sui Principi, Metodi, generali del Quality Control, Per la realizzazione del Programma le persone verranno formate sui Principi ed i Metodi di Quality Total Management, su strumenti avanzati per il problem Solving (Major Kaizen, PPA) e su Statistics Advanced Tools. Si suggerisce di considerare questi Training Modules nell’elaborazione del Programma.
Composizione Ideale del Team. Il team dovrebbe comprendere le seguenti figure professionali: Direttore / Responsabile Qualità, Quality Engineers, Direttore / Responsabile Produzione, Capo-Reparto, Capo-Squadra, Team Leader di Produzione, Responsabile Ingegneria di Processo, Metodisti/Analisti.
Raccolta Dati (Preliminare). I dati che in sintesi occorre raccogliere preliminarmente sono: dati stratificati sui difetti per Prodotto/Processo, raccolti dati delle analisi di primo livello fatto sui difetti, gli standard applicati al processo produttivo, gli standard di controllo della Qualità, una descrizione dei flussi produttivi, il costo annuale della perdita dovuta a scarti, il costo annuale della perdita dovuta a rilavorazioni.