WCM

La disciplina del World Class Manufacturing è nata all’inizio degli anni '80, come la raccolta di buone pratiche, per lo più provenienti dal Toyota Production System. Solo molti anni dopo la WCM assunse un ruolo maggiore nella comunità globale, quando, circa 10 anni fa, a quel tempo Fiat Group Automobiles ha adottato il programma World Class Manufacturing per creare un nuovo modo di essere competitivi nella produzione. Il WCM è stato pensato come un cambio di passo ed è stata creata una Associazione WCM che è riuscita ad attirare l'interesse di molte organizzazioni multinazionali appartenenti a imprese diverse. Per il suo successo, il World Class Manufacturing ha fissato un nuovo riferimento nell'Eccellenza per il settore manifatturiero e questo modello di organizzazione del lavoro è ora diffuso in tutto il mondo e conta molte migliaia di progetti realizzati in 4 continenti. Ancora oggi quando si parla di questo argomento non si può non citare i traguardi del WCM adottato da Fiat group e da Toyota. L'Associazione WCM incorpora aziende che hanno fortemente migliorato la loro produttività, dimostrando che l'approccio può essere taylor-made per esigenze specifiche: Ariston Thermo Group, Elica, Embraco, Royal Mail, Unilever e molti altri, hanno trovato nella World Class Manufacturing la via del successo nell’Industrial Operations.

Che cosa è il WCM e su quali pilastri si fonda?
Ogni azienda è impegnata a fare profitto, cosa però più critica per le aziende manifatturiere perché producono i loro stessi prodotti. Gli obiettivi di aziende manifatturiere mirano pertanto a soddisfare le esigenze del cliente che vuole:
           1. Prodotti di alta qualità
           2. Consegna in tempo del totale ordine
           3. Prodotti di minor costo possibile
Il World Class Manufacturing nasce dall'esperienza acquisita nelle metodologie e nelle tecniche più efficaci per realizzare questi obiettivi come risultato di un lungo viaggio attraverso decenni di attività di produzione, ed è la naturale evoluzione di Lean Manufacturing. Il WCM è una metodologia di produzione rigorosa e integrata che coinvolge l'intera organizzazione e comprende tutte le fasi della produzione e della distribuzione. Il WCM è partito da 4 aree principali: Total Industries Engineering, Just In Time, Total Productive Maintenance, Total Quality Control, e si è in seguito sviluppato in 10 pilastri tecnici.


Il percorso per avere successo nel World Class Manufacturing è tracciato nelle fasi seguenti:
-  Strategic Sponsorship & Managerial Commitment. Manager e dirigenti sanno che non possono niente senza gli operatori. Il principale obiettivo del Manager è quello di fornire un'attenzione costante per facilitare il personale nell'impadronirsi del metodo WCM e per migliorare le loro capacità e performance nel Gemba,
-  Slice the Elephant. Il World Class Manufacturing  trova soluzioni semplici per gli scenari di alta complessità, dove si contano molte perdite e sprechi. I 10 pilastri del WCM aiutano a "tagliare l'elefante" per attaccare ed eliminare tutti i diversi tipi di perdite
-  Cost Deployment. Tutti i pilastri sono guidati da una "bussola" che indica quali siano le perdite di livello superiore da attaccare ed eliminare in modo prioritario. La metodologia WCM pertanto imposta l'ordine di priorità per ciascun pilastro sulla base delle maggiori perdite misurate nei Processi di fabbricazione
-  "Pay Back" Kaizen. Nel World Class Manufacturing il miglioramento mirato è guidato da un approccio redditività e tutte le attività di Kaizen vengono eseguite secondo un rapporto costi/benefici vantaggioso per la Società. La metodologia industriale per migliorare le prestazioni lavora quindi insieme all'area Economico-Finanziaria.
Gradual Approach. Il WCM è implementato prima nella zona più critica (Area Modello), in cui vengono misurate le maggiori perdite. Qui i metodi e strumenti standard WCM sono applicati in modo da eliminare le perdite rilevate. Il "modello" del nuovo processo viene quindi esteso in una fase successiva alle altre aree.
Data-Standard-Improvement. Le decisioni nel WCM sono prese sulla base di dati e fatti.
o  Standard di base sono creati al fine di garantire una base di processi (fase reattiva).
o  Miglioramenti e risparmio sono raggiunti eliminando le cause profonde della perdita cronica (fase preventiva)
o  Il rischio è valutato e i processi sono sviluppati e consolidati, al fine di garantire le condizioni per Zero Perdite (fase proattiva).